Politiche del contemporaneo

Politiche del contemporaneo accoglie le riflessioni che non cessano di puntare lo sguardo sulle trasformazioni del presente, di coglierne le profondità storiche, le temporalità molteplici, le razionalità implicite – nel tentativo di interrogarne, e analizzarne, le ragioni politiche. In questo focus ospitiamo contribuiti che vogliano provare a misurarsi con i modi in cui i poteri si inscrivono nei corpi e nelle vite, le forme in cui si esercitano nelle mutevoli manifestazioni di cattura e alienazione, così come di produzione e sfruttamento. Un banco di prova per una ricognizione sulle traiettorie e le forme di governo che il potere assume nei territori; sulle relazioni che attraversa e stabilisce; sui suoi modi di esercitare violenza e raccogliere consenso; e sui nodi problematici che intorno a esso si addensano. Il focus intende prestare particolare attenzione a tutte quelle questioni del contemporaneo intese come istanze sociali e politiche che si riproducono, persistono, irrompono costantemente nelle vite, e che le varie forme di pensiero dominante e senso comune tendono a rappresentare come intrattabili.



Bihać: Dove i corpi non si sfiorano
Politiche del contemporaneo

Bihać: Dove i corpi non si sfiorano

Pubblichiamo il primo di due articoli dal confine tra Bosnia e Croazia, dove memorie di guerre e migrazioni del passato e del presente si incrociano. Il secondo articolo sarà di Gabriele Proglio, compagno di viaggio di Benedetta. Sono le 8 di mattina, e dopo una lunga giornata di viaggio e […]

Rome November 25, 2013.
Safia Omar Mamoud Somali migrants photographed on deck Amedeo D'Aosta/ Safia Omar Mamoud migrante somala fotografata sul Ponte Amedeo D'Aosta a Roma.
Photo: RINO BIANCHI
Politiche del contemporaneo

Razzismo in Italia: oltre l’emergenza

Negli ultimi mesi diversi episodi di aggressioni razziste contro adulti e bambini neri hanno avuto un certo rilievo sui mezzi di comunicazione. Per quanto riguarda la violenza razzista non soltanto le aggressioni, ma anche gli omicidi e i tentati omicidi, come la tentata strage razzista di Luca Traini a Macerata […]

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte terza
Politiche del contemporaneo

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte terza

Pubblichiamo la terza e ultima di tre serie di interventi su sinistra e confini aperti recentemente apparsa su Political Critique. Le risposte alla domanda con cui si intitola la serie sono di Paolo Novak, Dalia Abdelhady, Alex Sager, e Michael Huemer. Le traduzioni sono di Giacomo Tagliani e Antonella Rizzello. […]

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte seconda
Politiche del contemporaneo

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte seconda

Pubblichiamo la seconda di tre serie di interventi su sinistra e confini aperti recentemente apparsa su Political Critique. Le risposte alla domanda con cui si intitola la serie sono di Sandro Mezzadra, Céline Cantat, Justin Akers Chacón, Carol Farbotko, Christine Leuenberger. Le traduzioni sono di Francesco Zucconi, Cecilia Cruccolini, Antonio […]

L’antisionismo è una forma di antisemitismo?
Politiche del contemporaneo

L’antisionismo è una forma di antisemitismo?

In un clima europeo di crescente equiparazione tra antisionismo e antisemitismo, con diversi Stati che minacciano di mettere fuori legge l’antisionismo, e nella totale assenza di voci di chi del sionismo e delle sue pratiche di espulsione e spossessamento ha pagato il prezzo più caro, pubblichiamo un intervento di Azmi […]

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte prima
Politiche del contemporaneo

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte prima

Pubblichiamo la prima di tre serie di interventi su sinistra e confini aperti recentemente apparsa su Political Critique. Le risposte alla domanda con cui si intitola la serie sono di Tithi Bhattacharya, Joseph Carens, Harald Bauder, Parvathi Raman, Viewpoint Magazine Editorial Collective. Traduzioni di Cecilia Cruccolini, Antonio Iannello, Nicola Perugini, […]

TAV. Storia e mito della “grande opera”
Politiche del contemporaneo

TAV. Storia e mito della “grande opera”

L’11 febbraio 2019 il gruppo di lavoro coordinato da Marco Ponti ha consegnato la Analisi costi-benefici del nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione in cui i primi risultano di gran lunga superiori ai secondi.

Usi e abusi della memoria storica: dal confine orientale italiano ai fatti di via Acca Larenzia
Politiche del contemporaneo

Usi e abusi della memoria storica: dal confine orientale italiano ai fatti di via Acca Larenzia

Il tentativo di usare la storia a fini politici non è certo un’invenzione delle odierne forze politiche. Dagli anni ’90 a oggi, abbiamo infatti assistito ad una forte escalation da parte delle destre che, per definire la propria legittimità politica e morale, si sono appropriate di una determinata memoria storica, […]

Cosa succede a Torino?
Politiche del contemporaneo

Cosa succede a Torino?

Dal 7 febbraio scorso, giorno dell’inizio dello sgombero dell’Asilo occupato di Via Alessandria 12, gli abitanti di un quadrilatero del quartiere Aurora di Torino sono sottoposti a una militarizzazione senza precedenti. Strade bloccate da cancellate anti-sfondamento e presidiate da centinaia di agenti in tenuta anti-sommossa, controlli a tappeto su chi […]