Mirtha Sozzi

L’aritmetica del sistema accoglienza Italia

di Mirtha Sozzi [*] Il sistema di accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati (SPRAR) è strutturalmente sottodimensionato: i 3.000 posti in accoglienza ogni 6 mesi, sparsi in tutta Italia, sono infatti assolutamente insufficienti a far fronte alle necessità reali. L’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) ha più volte espresso al ministero dell’Interno il bisogno di aumentare i posti in accoglienza, eppure per il biennio 2012-2013 sono previsti gli stessi numeri. Appare così chiaro che la politica dei governi italiani di questi ultimi anni non è cambiata: si privilegiano interventi emergenziali, di breve periodo, piuttosto che investire su progetti a medio – lungo termine o strutturali (come quelli dello SPRAR). Solo di fronte a situazioni di criticità già in atto (ad esempio la crisi in nord Africa e gli arrivi massivi di migranti), si riescono a trovare fondi e risorse per mettere in campo forme di un’accoglienza che per forza di cose finiscono per essere raffazzonate, malgestite e talvolta anche poco trasparenti. Ma non è solo una questione di efficacia degli interventi, ma anche di economicità. Quanto costa un tipo di accoglienza emergenziale? E soprattutto quanto costerebbe un miglioramento dell’accoglienza strutturale? I calcoli non sono difficili. Prendiamo ad esempio un migrante […]

Close