giustizia

La vita è ingiusta

Pubblichiamo in anteprima la prefazione del testo di Thomas Macho “La vita è ingiusta” (traduzione di Antonio Lucci) edito da Nottetempo.

Essere più uguale degli altri. Veggenz...

[in concomitanza con i recenti fatti di cronaca politica e giudiziaria – nel tentativo di leggere in profondità le immagini e le notizie che provengono dal tribunale di Milano – pubblichiamo alcuni passi dedicati al Caimano di Nanni Moretti dal libro di Francesco Zucconi, Sopravvivenza delle immagini nel cinema. Archivio, montaggio, intermedialità, in stampa per Mimesis]. Come poter elaborare un racconto della presa del potere di Silvio Berlusconi e delle sue immagini che non sia legittimante o, in ogni caso, connivente con il sistema rappresentativo che lo identifica in quanto leader acclamato dal popolo? […] Moretti sceglie di rimettere in scena, con gli attori e con i mezzi a disposizione, alcuni momenti importanti della vita mediatica di Berlusconi: sequenze televisive e dichiarazioni pubbliche fortemente presenti nell’immaginario e tuttavia incapaci di trasformarsi in memoria, in esperienza. L’iconografia della discesa in campo, il testo degli interventi parlamentari e le deposizioni processuali costituiscono i riferimenti di partenza per un lavoro di riconfigurazione interamente a carico della drammaturgia e della composizione filmica. […] Le strategie di montaggio intermediale già rilevabili nei precedenti film di Moretti non bastano più: «D’Alema, dì una cosa di sinistra, dì una cosa anche non di sinistra, di civiltà. D’Alema, […]

Close