Emanuela Patti

Che cosa resta del New Italian Epic

Recensione di NIE – New Italian Epic, a cura di Claudia Boscolo, in Bollettino ’900, 2012 di Emanuela Patti È uscita recentemente su Bollettino ‘900, rivista letteraria online, una sezione speciale sul New Italian Epic curata da Claudia Boscolo, con interventi della stessa curatrice, Monica Jansen, Dimitri Chimenti, Srecko Jurisic, Emanuela Piga e Flavio Pintarelli. Sono ormai passati quattro anni da quando nell’aprile del 2008 lo scrittore Wu Ming 1 pubblicava in rete la prima versione di una mappatura critica dello scenario letterario contemporaneo (1993-2008). Non si presentava intenzionalmente come un manifesto, che avrebbe altrimenti richiamato lo spettro dell’ideologia o delle avanguardie del XX secolo. Si definiva piuttosto un‘Memorandum’ 2.0, di fatto un anomalo testo di critica che si avvicinava più alla logica di un ipertesto e sfruttava modalità e potenzialità di un canale considerato nel 2008 ancora poco ortodosso per il dibattito culturale, la rete. Il ‘Memorandum’ era soprattutto uno spin-off di discorso letterario: la proposta di una ‘nebulosa’ di testi legati da affinità, alcune coordinate di un discorso critico “aperto” ed un pubblico virtualmente illimitato di commentatori. Nel 2009 il ‘Memorandum’ sarebbe poi stato pubblicato in forma più estesa ed aggiornata (3.0) con Einaudi nella collana Stile Libero con il titolo New […]

Close