Mirandola

Mirandola, Un anno dopo

Resilienze nel post sisma emiliano. L’antropologa Rita Ciccaglione ha condotto una ricerca etnografica a Mirandola, l’epicentro del sisma emiliano. Ad un anno dal terremoto, la ricerca analizza la memoria che si è prodotta attorno all’evento e le trasformazioni sociali prodotte dalla catastrofe.

Tra Mirandola e Baghdad: sismi, guerre e la tel...

  La cartografia e l’ecologia politica che propongo mirano a produrre una migliore comprensione e consapevolezza di come gli eventi catastrofici attivano regimi e meccanismi che poi rivelano intrecci più ampi, più globali, tra catastrofi, umanitarismo, governo dell’emergenza e violenza. Partendo dagli interventi materiali messi in atto sotto le spinte morali umanitarie contemporanee e le loro specifiche forme di legittimazione storica si possono ricostruire le condizioni materiali in cui si sviluppano gli interventi degli attori come Arbib e Skylink, e di conseguenza la portata politica che accompagna l’intervenire e la forma di governo che i precipitati materiali di questi interventi lasciano trasparire. Gli eventi – catastrofi naturali e guerre nel nostro caso – sono seguiti o accompagnati da eventi umanitari che mettono in campo azioni di intervento materiale e che parallelamente, anzi insieme, se bene osservati, lasciano trasparire i presupposti e le logiche di governo umanitario contemporanee. Questo “trasparire” si manifesta all’incrocio tra attori differenti – schematizzando: le vittime e le varie organizzazioni locali, nazionali e internazionali. Spesso la critica e l’analisi dell’umanitarismo riproduce un ordine e un movimento che va da un centro a una periferia. Senza nulla togliere a queste analisi, si parte spesso dal fatto che l’oggetto […]

Tra Mirandola e Baghdad: sismi, guerre e la tel...

Da sinistra: l’ambasciatore israeliano in Italia, il Ministro degli Esteri israeliano Avigdor Lieberman e Walter Arbib. “I miei valori e il mio desiderio di aiutare gli altri sono stati determinati da molti fattori, incluse le mie esperienze personali vissute dall’altro lato della tragedia. La mia sfortunata esperienza personale in Libia mi ha spinto ad aiutare gli altri. Per un certo verso, siamo sopravvissuti perché altri hanno fatto sacrifici e ci hanno dato l’opportunità di raggiungere il successo. […] Riparare il mondo sembra un compito travolgente. […] Aiutare gli altri è un’esperienza davvero gratificante” (Il filantropo Walter Arbib nel suo discorso in occasione della consegna del Premio Umanitario del Comitato Umanitario Ebraico Canadese per il Soccorso) Alcuni lanci di agenzie di stampa italiane e internazionali degli inizi dello scorso luglio riportavano la notizia di una visita – nel corso di un viaggio diplomatico in cui ha incontrato Mario Monti e il Ministro degli Esteri italiano Giulio Terzi – del Ministro degli Esteri israeliano Avigdor Lieberman alle strutture colpite dal recente sisma emiliano, in particolare nel territorio del comune di Mirandola. Lieberman ha celebrato con la sua visita, insieme ai rappresentanti delle autorità locali italiane, la donazione di 50.000 euro da utilizzare […]

Close