La vita agra

Vendersi l’anima a teatro

Intervista ad Angelo Romagnoli e a Gianni Farina sulla seconda tappa del progetto Bianciardi, dedicata alla trasposizione teatrale de La vita agra [Abbiamo incontrato Angelo Romagnoli e Gianni Farina della Compagnia Menoventi in occasione dell’incontro Scrivere e R/Esistere in Maremma dopo Luciano Bianciardi.

Tra Santi e Bianciardi

De-formazioni letterarie di Lorenzo Mecozzi [*] «Tra Bianciardi, Fantozzi e Arturo Bandini. Fulvio Sant è l’evoluzione targata Terzo Millennio dell’intellettuale della vita agra del noto libro di Bianciardi». È quanto si legge sulla quarta di copertina diAspetta primavera, Lucky, terzo romanzo di Flavio Santi, pubblicato dalle Edizioni Socrates, ad inaugurare la collana Luminol. Evidentemente, è già il paratesto a giustificare l’attenzione che intendiamo dedicare al romanzo di Santi in una serie di articoli dedicati all’autore de La vita agra e deIl lavoro culturale, in vista del convegno e dello spettacolo teatrale Non leggete i libri, fateveli raccontare. Se, infatti, un riferimento esplicito è il richiamo alla prima opera di John Fante, Aspetta primavera, Bandini, che come il libro di Santi narra una vicenda che si articola tutta lungo un inverno che si preannuncia interminabile, il “Lucky” del titolo è proprio quel Luciano Lucky Bianciardi che abita, quasi fosse un fantasma, l’intero romanzo. Antefatti L’opera narra le vicende di Fulvio Sant, alter ego dell’autore e voce narrante. Traduttore, romanziere, poeta e libero docente universitario costantemente sul lastrico, il protagonista vive in un perenne tentativo di arrivare alla fine del mese attraverso il proprio lavoro nell’editoria e nell’accademia. Dopo una laurea a pieni voti all’Università di Povia (una […]

Close