Ritorna il Festival della Felicità Interna Lorda

Vi segnaliamo il “Festival della Felicità Interna Lorda” (FILfest), che si terrà dal 2 al 4 dicembre 2016 a Catania. Su buonacausa.org è in corso il crowdfunding per permettere la realizzazione della terza edizione del festival.

schermata-2016-10-28-alle-00-43-15
Il logo del FILfest

 

Giunti alla terza edizione del Festival della Felicità Interna Lorda, anche quest’anno Impact Hub Siracusa, Zo centro culture contemporanee, Umedia, insieme a vari attori locali ed internazionali vogliono offrire alla città di Catania un’occasione per ripensare l’economia e la società non come fini in sé, ma come risorse relazionali capaci di sviluppare comunanza e cooperazione in vista di un futuro migliore.

Le esperienze del 2013 e del 2014 hanno lasciato una convinzione importante: l’idea che l’economia debba concorrere al benessere umano e al perseguimento di fini collettivi non è un’aspirazione di pochi, ma un progetto che serpeggia nella società. Al di là del famigerato PIL, bisogna tener conto del benessere umano che provocatoriamente chiamiamo Felicità Interna Lorda.

schermata-2016-10-28-alle-00-47-56
Un incontro della scorsa edizione del FILFest

Il FILfest 2016 sarà un momento per riflettere sui modi di abitare la terra e rispondere a sfide planetarie. Terra è sicuramente il pianeta ma contemporaneamente è il suolo su cui poggiamo i piedi, è il territorio dove sorge la nostra casa, il terreno che coltiviamo, i luoghi da cui partiamo e a cui approdiamo, le nostre “patrie culturali”, i legami che costruiamo nel mondo e che ci fanno sentire felici perché formano il senso del noi. Per questo ci piace declinare la parola al plurale, TERRE, un modo per ricordare il rimodellamento continuo di culture, arti, religioni, soluzioni economiche, legami sociali, reti familiari che contribuiscono a rendere il nostro pianeta, così come i territori, i luoghi, le case in cui abitiamo veramente vivibili nel lungo periodo.

Insieme a noi quest’anno avremo personaggi noti nel panorama nazionale ed internazionale come  Gunter Pauli, economista, imprenditore e scrittore belga, iniziatore dell’economia blu, che ci guiderà nel ripensare le imprese sociali locali nel paradigma della blue economy.

Inoltre ospiteremo Flaviano Zandonai, ricercatore presso l’Istituto Europeo di Ricerca sull’Impresa Cooperativa e Sociale Euricse, segretario di Iris Network, la rete italiana degli istituti di ricerca sull’impresa sociale con cui ricercatori ed imprese sociali rifletteranno su come l’impresa sociale possa rispondere alle sfide planetarie.

Durante i giorni del festival avremo anche l’onore di ospitare l’Opera Nazionale Montessori fondata dalla stessa Maria Montessori nel 1924, per approfondire insieme ad educatori ed operatori del settore il pensiero e la pratica educativa montessoriani.

schermata-2016-10-28-alle-00-54-08
Un incontro del FILfest

Le serate del festival saranno allietate anche da concerti e performance teatrali sul tema del viaggio, del racconto e della memoria del territorio. In anteprima potremo quindi assistere alla presentazione dell’ultimo lavoro musicale di Antonio de Martino e Fabrizio Cammarata: il cd “Un Mondo Raro”.

Con questi ospiti d’eccezione e molti altri che pian piano sveleremo del mondo della ricerca, delle imprese sociali europee e locali, rifletteremo insieme sulle strategie per vivere felicemente sul nostro pianeta e su come educare le nuove generazioni al rispetto per il cosmo traendo spunto dalle riflessioni sull’educazione cosmica, teorizzata dalla nostra musa ispiratrice Maria Montessori.

Con questa edizione del FILfest riprendiamo infatti la nostra vocazione all’analisi dell’imprenditoria sociale, per comprendere quali modelli possano rispondere meglio alle sfide del benessere dei nostri territori e del globo. Questo risultato sarà raggiunto intrecciando il FILFest con il progetto “For a Better Tomorrow: Social Enterprises on the Move” (FAB-MOVE), finanziato da EU Marie Skłodowska-Curie Research and Innovation Staff Exchange (RISE). Insieme a ricercatori, specialisti e operatori provenienti da diversi paesi del mondo, vogliamo comprendere come le imprese sociali possano contribuire a risolvere sfide di rilevanza cruciale per il pianeta, quali il rinnovamento ecologico, la gestione delle risorse naturali, la riduzione del rischio di catastrofi, i cambiamenti climatici, i flussi migratori.

Durante le giornate del Festival, la cittadinanza attiva, il mondo della ricerca, i movimenti sociali, un gruppo di artisti e amministratori illuminati, assieme a figure che a diverso titolo operano nel settore educativo e dell’impresa sociale si scambieranno visioni, storie, buone pratiche e strumenti utili a rafforzare uno sviluppo più endogeno, concertato e integrato sia a livello regionale che globale.

schermata-2016-10-28-alle-00-52-04
Un momento del FILfest

Per finanziare la manifestazione, nata e portata avanti grazie all’iniziativa e alla passione del team che l’ha ideata e realizzata e al contributo di tanti sostenitori, è stata già lanciata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Buonacausa.org.

 

Print Friendly, PDF & Email
Close