Post Tagged with: "cinema italiano"



Verso il doppio sguardo
Le immagini in questione / Piccola biblioteca delle scienze umane

Verso il doppio sguardo

Cinema e immigrazione in Italia.

Per una nuova cittadinanza visuale
Le immagini in questione / Politiche del contemporaneo

Per una nuova cittadinanza visuale

Pubblichiamo un estratto, riveduto e rimontato, dell’introduzione al volume “La cittadinanza come luogo di lotta” (Aracne, 2018) di Leonardo De Franceschi.

Manifesto del mio cinema
Come sta il cinema italiano?

Manifesto del mio cinema

  Tutto è iniziato ai piedi dei monti Zagros. A ridosso di quello spazio solenne e verticale ho sentito il bisogno di anteporre l’io narrante al precipitarsi di nuovi eventi.

Maurizio Grande e Marco Ferreri: sguardi eccentrici sul cinema italiano
Interviste / Le immagini in questione

Maurizio Grande e Marco Ferreri: sguardi eccentrici sul cinema italiano

Domani, in occasione del ventennale dalla morte di Marco Ferreri, il Roma Tre Film Festival ha organizzato, dalle 15 presso il Palladium, una tavola rotonda dedicata al regista. All’interno del Festival sarà inoltre possibile visitare la mostra permanente su Ferreri, organizzata da Mario Canale e Stefania Parigi.

Il cinema è per me come un demone
Come sta il cinema italiano?

Il cinema è per me come un demone

Simone Scafidi racconta il suo cinema e il suo punto di vista sulla Legge cinema.

Raccontare il Sud
Come sta il cinema italiano?

Raccontare il Sud

 Regista pluripremiato, Andrea D’Ambrosio (Roccadaspide, Salerno, 1975 è anche sceneggiatore e docente. Il suo documentario di maggior successo è Biùtiful cauntri, diretto nel 2007 con Esmeralda Calabria e Peppe Ruggiero. Il suo film più recente è Due euro l’ora, con protagonisti Chiara Baffi, Peppe Servillo, Alessandra Mascarucci.

«Indipendentemente dal passaporto»
Come sta il cinema italiano?

«Indipendentemente dal passaporto»

 Hedy Krissane e la lotta ai soliti stereotipi sugli immigrati.

Il cinema “intrappolato” di Antonietta De Lillo
Come sta il cinema italiano?

Il cinema “intrappolato” di Antonietta De Lillo

Antonietta De Lillo racconta la sua avventura cinematografica e il suo punto di vista sulla legge cinema.

Perché Smetto Quando Voglio è una commedia per cinici
Le immagini in questione

Perché Smetto Quando Voglio è una commedia per cinici

Il regista Sydney Sibilia racconta tristi luoghi comuni: università, tagli alla ricerca, contratti a tempo determinato e mancati rinnovi, assenza di occupazione, conseguente assenza di denaro. Il racconto dell’impossibilità di impiegare in maniera concreta il tempo che si è passato tra i libri, credendo in qualcosa che forse, da sempre, […]