Ultimi articoli

L’antisionismo è una forma di antisemitismo?
Politiche del contemporaneo

L’antisionismo è una forma di antisemitismo?

In un clima europeo di crescente equiparazione tra antisionismo e antisemitismo, con diversi Stati che minacciano di mettere fuori legge l’antisionismo, e nella totale assenza di voci di chi del sionismo e delle sue pratiche di espulsione e spossessamento ha pagato il prezzo più caro, pubblichiamo un intervento di Azmi […]

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte prima
Politiche del contemporaneo

Cosa pensa la sinistra dei confini aperti? Parte prima

Pubblichiamo la prima di tre serie di interventi su sinistra e confini aperti recentemente apparsa su Political Critique. Le risposte alla domanda con cui si intitola la serie sono di Tithi Bhattacharya, Joseph Carens, Harald Bauder, Parvathi Raman, Viewpoint Magazine Editorial Collective. Traduzioni di Cecilia Cruccolini, Antonio Iannello, Nicola Perugini, […]

TAV. Storia e mito della “grande opera”
Politiche del contemporaneo

TAV. Storia e mito della “grande opera”

L’11 febbraio 2019 il gruppo di lavoro coordinato da Marco Ponti ha consegnato la Analisi costi-benefici del nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione in cui i primi risultano di gran lunga superiori ai secondi.

L’antropologia e la radice quadrata di 2
Fare ricerca

L’antropologia e la radice quadrata di 2

Portare l’antropologia nelle scuole, in fondo, ha dentro di sé il difficile compito che deve affrontare qualunque buon divulgatore scientifico: semplificare senza banalizzare.

Usi e abusi della memoria storica: dal confine orientale italiano ai fatti di via Acca Larenzia
Politiche del contemporaneo

Usi e abusi della memoria storica: dal confine orientale italiano ai fatti di via Acca Larenzia

Il tentativo di usare la storia a fini politici non è certo un’invenzione delle odierne forze politiche. Dagli anni ’90 a oggi, abbiamo infatti assistito ad una forte escalation da parte delle destre che, per definire la propria legittimità politica e morale, si sono appropriate di una determinata memoria storica, […]

La trap è morta. Viva la trap!
Segnalazioni

La trap è morta. Viva la trap!

I primi ad accorgersene sono gli stessi trapper italiani che cercano nuove strade. È stata, dunque, solo una moda? No, ecco perché la trap, in uscita dai suoi anni di furiosa creatività, può essere letta come traccia del processo di ricombinazione della generazione nativa digitale.

La guerra cieca
Le immagini in questione / Piccola biblioteca delle scienze umane

La guerra cieca

 Sostiene Gabriele D’Autilia nel suo libro “La guerra cieca. Esperienze ottiche e cultura visuale nella Grande guerra” (Meltemi, 2018) che l’inganno è l’eredità visiva lasciateci dal Primo conflitto mondiale. 

Cosa succede a Torino?
Politiche del contemporaneo

Cosa succede a Torino?

Dal 7 febbraio scorso, giorno dell’inizio dello sgombero dell’Asilo occupato di Via Alessandria 12, gli abitanti di un quadrilatero del quartiere Aurora di Torino sono sottoposti a una militarizzazione senza precedenti. Strade bloccate da cancellate anti-sfondamento e presidiate da centinaia di agenti in tenuta anti-sommossa, controlli a tappeto su chi […]

Le leggi sulla memoria in un Paese che non ricorda
Politiche del contemporaneo

Le leggi sulla memoria in un Paese che non ricorda

Lo storico Claudio Pavone avvertiva, oltre vent’anni fa, che occorrono sempre tempi lunghi perché la coscienza collettiva elabori nuove sintesi a partire dai materiali che la ricerca storica fornisce.