Ultimi articoli

Il caso Xylella Fastidiosa in Salento
Fare ricerca

Il caso Xylella Fastidiosa in Salento

Un’esperienza di “Lurking Etnografico” su Facebook tra dilemmi etici e necessità.

Non prendiamocela con il cambiamento climatico per le devastazioni di Harvey, ma con la società
Sismografie

Non prendiamocela con il cambiamento climatico per le devastazioni di Harvey, ma con la società

I devastanti uragani e alluvioni che hanno colpito gli USA, i Caraibi e il subcontinente indiano hanno portato nuova attenzione sui cambiamenti climatici, individuati come potenziale causa di questi eventi. I cambiamenti climatici sono realtà e impattano sulle società, sull’economia, e sulla salute umana.

Produrre per nutrire, una relazione incerta
Common Food

Produrre per nutrire, una relazione incerta

Il 5 ottobre a Siena Stefano Liberti, assieme ad Angelo Riccaboni, Paolo Cuccia e Alessio Cavicchi, parteciperà all’incontro “Quale cibo? Quale sviluppo?” organizzato in collaborazione con il lavoro culturale all’interno del festival Siena Food Innovation.

Photo by Mikael Kristenson on Unsplash
Reparto Agitati

Riabilitazione, lavoro e salute mentale – Cap 2

Di seguito il secondo capitolo di una riflessione in due tempi dedicata all’indagine del rapporto tra riabilitazione, lavoro e salute mentale in Italia a partire da una prospettiva socio-culturale. Qui, il Cap 1.

Photo by Hans Eiskonen
Reparto Agitati

Riabilitazione, lavoro e salute mentale – Cap 1

Pratiche e politiche oltre l’intrattenimento psichiatrico.

Il mercato della Cirenaica in via Sante Vincenzi
ReThink Urban Space / LARS

Bologna come Cirenaica. Appunti dal diario di campo

La creatività urbana come lente per osservare e raccontare le trasformazioni della periferia mediana a Bologna.

Dettaglio del rendering di Willow Campus. Fonte: Facebook Newsroom
Politiche del contemporaneo

The “Celebration” of Facebook

Willow Campus, la master-planned community costruita da Facebook.

“Caniba”, ovvero del volto e della superficie
Le immagini in questione

“Caniba”, ovvero del volto e della superficie

Un alone di mistero e dichiarata curiosità ha accompagnato la prima dell’ultimo lavoro dei registi-antropologi Véréna Paravel e Lucien Castaing-Taylor: Caniba (2017), presentato nella sezione Orizzonti della settantaquattresima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove si è aggiudicato il Premio Speciale della Giuria, presieduta da Gianni Amelio.