Ultimi articoli

Foibe: memoria, ricerca delle fonti e costruzione delle identità
Politiche del contemporaneo

Foibe: memoria, ricerca delle fonti e costruzione delle identità

Incontro con Eric Gobetti

Chi è vuluto bene nun s’o scord, Rosk&Loste. Vista su spazio comune interno
ReThink Urban Space / LARS

Dai colli sporchi ai murales: il Il Parco Merola a Napoli

Quando la street art cambia i volti della periferia napoletana

Caro Gentiloni, aprite quella porta
Asylum

Caro Gentiloni, aprite quella porta

Caro Paolo Gentiloni, avendo passato dieci anni della mia vita a contare i morti lungo la rotta libica, mi permetto di darle un consiglio non richiesto. La rotta va chiusa, concordo. Basta morti, basta miliardi alle mafie libiche e basta miliardi all’assistenzialismo. Tuttavia state andando nella direzione sbagliata.

Per una costituente migrante. Tra le frontiere marittime dell’Europa
Politiche del contemporaneo

Per una costituente migrante. Tra le frontiere marittime dell’Europa

Il 28 e 29 gennaio, presso il Centro Pompidou di Parigi, si è svolta Per una costituente migrante, un’assemblea di scrittori e scrittrici, poeti, artisti, giuristi, politologi e collettivi che si sono interrogati su quale tipo di comunità organizzare di fronte alla crudeltà delle esperienze della migrazione e della traversata […]

Classificare e competere. La scelta della scuola superiore e l’ossessione per il ranking
Scuola e istruzione beni comuni

Classificare e competere. La scelta della scuola superiore e l’ossessione per il ranking

Oggi scade il termine per l’iscrizione al prossimo anno scolastico. Chi effettua un passaggio di ordine scolastico può avvalersi di strumenti per classificare la “qualità” delle scuole, come ad esempio Eduscopio. Proponiamo un commento del sociologo Marco Romito sulla logica di funzionamento e sugli effetti di questi strumenti.

Cinema, il mio bambino “difficile” (e “iperattivo”)
Come sta il cinema italiano?

Cinema, il mio bambino “difficile” (e “iperattivo”)

Sono cresciuto nell’entroterra abruzzese, in un piccolo paese di provincia. L’unico cinema presente in zona, negli anni Ottanta-Novanta, era un cine-teatro per adulti. Aveva una programmazione prettamente pornografica, fatta eccezione per i periodi di festa, nei quali venivano proiettati film “per tutti”, molto raramente di mio gusto.

«Qualcuno vive su questa spiaggia». L’amante di Wittgenstein, di David Markson
Milleuna

«Qualcuno vive su questa spiaggia». L’amante di Wittgenstein, di David Markson

Dopo diciotto anni dalla sua pubblicazione, arriva in Italia “L’amante di Wittgenstein”, di David Markson. La recensione di Sofia Dei Cas.