Segnalazioni

Kendrick Lamar a Parigi: un rap-ortage

Per stemperare la tensione di questa giornata pre-elettorale, un reportage dal concerto di Kendrick Lamar a Parigi. Reportarge in formato rap, ovvio. Chiamiamolo rap-ortage, via.

Kendrick Lamar Parigi

 

Di ritorno dal concerto di monsieur Lamar

su questo treno spedito come le rime di Kendrick

io ancora in fissa che manco in un film di Malick

con niente da perdonare ch’a nullo amato amar.

Eh lo so il biglietto è costato un botto

ma giuro che per recuperare la grana

vado in tabaccheria e vinco al lotto

e ci compro pure il libro di Marta Fana.

Il disco To pimp a butterfly

m’è piaciuto così tanto lo giuro

che a ogni canzone uno spergiuro

tipo oddio bella questa diolài.

E anche Good Boy M.a.a.d. City

è un album più eccitante

di un disco di Walter Siti

se facesse il cantante.

I rapper della letteratura italiana

Wu-Ming Clan

Mari J. Blige

The Magris B.I.G.

Tuenapac

Busta Raimo

Vasta Rhymes

lo so manca qualche sottana

di rap scrisse anche quel tizio con la bandana.

DAMN di Kendrick è l’ultimo disco

con un paio di gran canzoni

da lasciarti senza pantaloni

peggio che una cartella del fisco.

L’unico testo rap che conosco per intero

è la sigla di Willy il principe di Bel-Air

Bel-Air non Belen, ballo come Fred Astaire

fra jazz e rap dài cazzo dovevo nascer nero.

Qualche giorno prima di partire

con il mio inglese duro da capire

ho chiesto alla collega afroamericana

tipa tosta Harvard gonna e bandana

come sopporti ‘sta musica profana

dove non fanno altro che dire puttana.

Lei mi ha guardato imbronciata

forse più che altro disgustata

e mi ha parlato di riutilizzo

di parole senza indennizzo.

Dice ci son tanti rapper sessisti

al posto del cervello han le cisti

ma non li ascolta e doesn’t give a fuck

oh minchia è più sveglia di Fra Tuck.

E allora OK se Kendrick rappa

bitch sit down, be humble

tranquillo come se a bocca zeppa

ciancicasse un Big Babol.

E alla tipa un po’ sbruffona dico yo tranqui

guarda che di concerti rap ne ho visto tanti

Beastie Boys, Public Enemy, Grandmaster Flash, Action Bronson

ci andavo che lei ancora la lavavano col neutro Johnson.

Eccomi a Bercy

palasport di Paris

Paris mica Hilton

Willy cugino di Carlton

Oh la la vous êtes jolie

dico dolce come una Zigulì.

Concerto d’apertura è James Blake

belli i suoi dischi, tutti quanti

suoni affilati come Miracol Blade

voce vellutata come i guanti

della dama seduta lì davanti

ascoltarlo mi fa venire rimpianti.

James – Blake

William – Blake

Runners on a blade

che han visto cose

che voi umani

manco antani

con lo scappellamento

veloce come Pantani.

Poi ecco Kendrick, folla in delirio

beat spalmati come pomodoro Cirio

maxischermo come sfondo

maxischermo come soffitto

fiamme luci pedane Kendrick ritto

stile Moretti cammina in girotondo.

Pubblico per tre quarti bianco

quelli della sicurezza tutti neri

[differenze di classe

su ritmi di grancasse]

sanno i testi a memoria che paion veri

ballano e cantano come il brotha che ho a fianco.

In scaletta tutto DAMN

solo due pezzi da To Pimp

molti altri da Good Kid

rap dolce come un flan.

Lamar fissato con le robe giapponesi

come i videogiochi degli undicenni

si fa chiamare Kung-Fu Kenny

spade spezzate come grissini torinesi

di questa moda ha colpa il Wu-Tang Clan

ma è sempre meglio di Khalil Gibran

Kendrick fatti fare la copertina da Altan.

Concerto serratissimo

brani tutti attaccati

pubblico gasatissimo

sui testi tutti ferrati.

Fine del concerto, acclamato più di Nek

dice Kendrick: Four words: I will be back

e io: Four words: come to Italy too

– oh eddai mica è tabù.

Mi allontano dal palasport

camminando lungo la Senna

pendant que la ville dort

il freddo fa vibrare la cotenna.

Mi dico che tutti i poeti maledetti

Rimbaud Verlaine Baudelaire from Bel-Air

al concerto ci sarebbero andati

a Kendrick avrebbero lanciato confetti

con complimenti apostrofati:

Kendrick Lamar, bravò!

rime preziose su dal caveau

una serata immerso nel flow

gli fa una pippa Jacques Cousteau.

 

Kendrick Lamar Parigi

Kendrick Lamar ospite di Obama alla Casa bianca

Print Friendly, PDF & Email
Tags: , , , ,