Piccola biblioteca delle scienze umane

Un progetto volto a creare una libreria condivisa che ospiti i testi fondamentali della nostra formazione, e al tempo stesso i libri che stiamo scoprendo per scandagliare la contemporaneità: rimettere in gioco le nostre conoscenze per intrecciare nuove riflessioni. La biblioteca è un cosmo in espansione che provvederemo ad aggiornare grazie ai vostri consigli e segnalazioni.



Conversazione con Gianfranco Marrone a partire da Addio alla Natura
Piccola biblioteca delle scienze umane

Conversazione con Gianfranco Marrone a partire da Addio alla Natura

“Mordere il reale” di Maria Cristina Addis e Stefano Jacoviello Maria Cristina Addis: Tu hai lavorato molto sull’opera di Barthes, e hai messo più volte in luce la continuità fra l’attuale ratio semiotica e quella che lui definiva demitizzazione. Mi pare che Addio alla Natura rientri a pieno titolo in […]

Lo sviluppo sostenibile e l’Agenda 21 Locale. Analisi e valutazione di un progetto di democrazia partecipativa
Piccola biblioteca delle scienze umane

Lo sviluppo sostenibile e l’Agenda 21 Locale. Analisi e valutazione di un progetto di democrazia partecipativa

di Ludovica Ambrogetti Sostenibilità. Una parola assai attuale e probabilmente altrettanto sconosciuta, nelle sue intrinseche caratteristiche concettuali e nella totalità delle sue puntuali esplicazioni. Un concetto onnicomprensivo, la cui contestualizzazione può trovare forma in qualsiasi ambito, da quelli quantitativamente scientifici a quelli qualitativamente umanistici. E per comprendere questa forma in […]

Piccola biblioteca delle scienze umane
Piccola biblioteca delle scienze umane

Piccola biblioteca delle scienze umane

Lavoro culturale presenta oggi la “piccola biblioteca delle scienze umane”; un progetto volto a creare una libreria condivisa che ospiti i testi fondamentali della nostra formazione, e insieme i libri che stiamo scoprendo per “scandagliare” la contemporaneità; sempre aperta ai vostri suggerimenti/critiche/opinioni. Nel volere “leggere obliquamente” il mondo presente, non […]

La globalizzazione e le nuove teorie dell’imperialismo – Giuseppe Quaresima
Piccola biblioteca delle scienze umane

La globalizzazione e le nuove teorie dell’imperialismo – Giuseppe Quaresima

La globalizzazione non è più quella di una volta Devo ammettere che prima di iniziare a leggere il libro di Giuseppe Quaresima sono stata per giorni a guardarne la copertina con un certo timore misto a sconforto. Invece, a dispetto del titolo, La globalizzazione e le nuove teorie dell’imperialismo. Una […]

Pratiche di vita sovietica
Piccola biblioteca delle scienze umane

Pratiche di vita sovietica

Nato in URSS – Vasile Ernu di Milena Pavlović Art e illustrazione di copertina: IFIX Nato in URSS (Hacca, 2010) è il libro d’esordio di Vasile Ernu, scrittore e filosofo romeno nato nella Bessarabia sovietica. CCCP (acronimo russo SSSR, Союз Советских Социалистических Республик, Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche) è la […]

14 maggio 1977. La sovversione nel mirino
Le immagini in questione / Piccola biblioteca delle scienze umane

14 maggio 1977. La sovversione nel mirino

di Paolo Fabbri e Tiziana Migliore Per gentile concessione degli autori, pubblichiamo questo articolo contenuto nel testo di recente uscita curato da Sergio Bianchi Storia di una foto (DeriveApprodi, Roma, 2011). Un segno rischioso Fig. 1 Raccontare un clima politico italiano a partire dalla «storia di una foto». L’esercizio di […]

Up patriots to arms
Piccola biblioteca delle scienze umane

Up patriots to arms

Indignarsi non basta – Pietro Ingrao con Maria Luisa Boccia e Alberto Olivetti Indignez-vous! di Stéphane Hessel è stato senza dubbio il caso editoriale di quest’anno: un pamphlet di poche pagine che più di cinquecentomila francesi hanno portato a casa (e verosimilmente hanno letto) per la modica cifra di tre […]

Giorgio Vasta e l’Anatra su Repubblica
Piccola biblioteca delle scienze umane

Giorgio Vasta e l’Anatra su Repubblica

Segnaliamo questo articolo dal sito Wu Ming Foundation. Potete leggere qui il testo originale. Su “La Repubblica” di oggi, il collega Giorgio Vasta recensisce Anatra all’arancia meccanica. Parla di “corroborante, vitale visionarietà”. Na li, na li (“troppo buono” in cinese; se andate in Cina, non rispondete mai “Grazie” a un […]