Le immagini in questione

L’utilizzo massiccio delle tecnologie digitali sia in ambito artistico, dal cinema alla videoarte, sia per documentare, raccontare e diffondere alcuni degli eventi più rilevanti dell’ultimo ventennio costituisce un terreno di dibattito teorico molto fertile e ampio, tanto da coprire i diversi ambiti disciplinari e gli approcci metodologici che si inseriscono nell’ampio ventaglio degli studi sul visivo, e da causare riverberi altrettanto intensi sull’etica e la deontologia di chi, a vario titolo, produce e lavora con le immagini.

Il focus raccoglie articoli e interviste che riflettono sulle funzioni sociali e culturali delle immagini nell’epoca della loro riproducibilità e circolazione digitale.

Nella convinzione non esistano fratture nette tra le epoche ma scarti e faglie a volte impercettibili, il focus è aperto anche a riflessioni che, in una prospettiva più ampia rispetto all’attuale paradigma crossmediale, affrontino la storia, le teorie e la dimensione estetica delle immagini.



Paesaggi intermediali della memoria
Le immagini in questione

Paesaggi intermediali della memoria

Visages, villages: sguardi, fotografie e luoghi della memoria.

Esibizione del talento e fine di ogni teleologia. I, Tonya di Craig Gillespie
Le immagini in questione

Esibizione del talento e fine di ogni teleologia. I, Tonya di Craig Gillespie

Chi alle soglie degli anni ’90 avesse osservato pattinare Tonya Harding avrebbe esclamato, tradendo sorpresa da un’inclinazione della voce o dall’aggrottarsi di un sopracciglio, che era certo un gran talento.

Le valigie digitali
Asylum / Interviste / Le immagini in questione

Le valigie digitali

Un dialogo a due voci tra Tommaso Sbriccoli (Antropologo, membro dell’Associazione VersoLab) e Stefano Jacoviello (semiologo dell’Università di Siena) sulla mostra “Le valigie digitali” che espone foto, selfie, audio e video custoditi nella memoria degli smartphone e delle schede sim.

Anatomia del miracolo. Le tre linee della fede
Le immagini in questione

Anatomia del miracolo. Le tre linee della fede

L’obiettivo di Alessandra Celesia si fa largo tra la folla di “innamorati della Madre” (la Madonna dell’Arco) e ci racconta tre storie di vita.

Chiaroscuri: l’immagine fra opacità e trasparenza
Le immagini in questione / Piccola biblioteca delle scienze umane

Chiaroscuri: l’immagine fra opacità e trasparenza

Pubblichiamo un estratto di “Chiaroscuri: l’immagine fra opacità e trasparenza”, il saggio introduttivo di Francesco Agnellini a “Dei poteri dell’immagine”, testo di Louis Marin edito da Casa di Marrani.

Hubert Damisch, o della teoria in arte
Le immagini in questione

Hubert Damisch, o della teoria in arte

Con la scomparsa di Hubert Damisch viene meno un pioniere e uno sperimentatore. Qualcuno che è stato capace di scoprire nuovi territori, nuove possibilità del pensiero e forme alternative di concepire l’arte e la cultura. 

L’Algeria, l’ENI e i sentieri interrotti della decolonizzazione
Le immagini in questione / Politiche del contemporaneo

L’Algeria, l’ENI e i sentieri interrotti della decolonizzazione

Il 1 novembre 1954 con una serie di azioni del Fronte di Liberazione Nazionale in diverse zone del Paese prende il via la Guerra d’Algeria, che si protrarrà a fasi alterne fino all’indipendenza dello stato nordafricano, raggiunta nel 1962.

“Caniba”, ovvero del volto e della superficie
Le immagini in questione

“Caniba”, ovvero del volto e della superficie

Un alone di mistero e dichiarata curiosità ha accompagnato la prima dell’ultimo lavoro dei registi-antropologi Véréna Paravel e Lucien Castaing-Taylor: Caniba (2017), presentato nella sezione Orizzonti della settantaquattresima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dove si è aggiudicato il Premio Speciale della Giuria, presieduta da Gianni Amelio.